Ottobre giapponese 2014

Il 2014 è l’anno del cinquantesimo anniversario delle Olimpiadi di Tokyo, prima città dell’Asia a ospitare l’evento. La manifestazione sceglie quindi quest'anno di celebrare il 1964, l'anno di svolta del Giappone contemporaneo. Oltre alle Olimpiadi, in quell’anno fu avviato anche il servizio ferroviario ad alta velocità shinkansen, che collegava la tratta Tokyo-Osaka. Lo shinkansen è poi divenuto uno dei simboli (e delle metafore) del Giappone contemporaneo, lanciato ad altissima velocità verso l’empireo delle grandi potenze economiche globali. In quell’anno il Giappone, risorto dalle ceneri della distruzione del secondo conflitto mondiale, fu in grado di presentarsi al mondo come una nuova nazione pacifica e industriosa, in grado di dare un contributo positivo alla comunità internazionale, pur nel quadro complessivo della contrapposizione tra blocchi della guerra fredda.

Correva l'anno 1964: leitmotiv dell'Ottobre Giapponese 2014

Partendo da questi spunti, la dodicesima edizione dell’Ottobre Giapponese che si svolgerà dal 3 Csenottobre al 7 novembre, è stata in gran parte ispirata al 1964, con la volontà di ricordare e ricostruire, ma anche di lanciare un ponte verso il futuro, data l’assegnazione dei giochi olimpici a Tokyo per il 2020. Le Olimpiadi di Tokyo furono le prime in cui vennero ammesse il judo e la pallavolo, quali discipline sportive. E' in questa ottica che è stata organizzata la prima Coppa Italia di judo, organizzata dallo CSEN nazionale e provinciale al Palacattani di Faenza l’11 e 12 ottobre. Ospite d’onore della manifestazione sarà l’olimpionico di Tokyo 1964 Bruno Carmeni, che presenterà in anteprima il suo nuovo libro di memorie legate proprio alla esperienza di quelle olimpiadi.

Le Olimpiadi dai palazzetti sportivi al cinema

Le Olimpiadi del 1964 sono state celebrate anche al cinema come nell'omonimo film "Le Olimpiadi di Tokyo" di uno dei più importanti registi del Giappone postbellico, Ichikawa Kon. La trasformazione urbanistica di Tokyo a partire dal 1964 e le prospettive al 2050 raccontate nel film di Ichikawa saranno oggetto, il 24 ottobre a Ravenna, di un dialogo tra Marco Del Bene (presidente ASCIG e docente alla Sapienza) e l’architetto Leone Spita. Anche tutta la rassegna cinematografica organizzata con l’Ufficio Cinema del Comune di Ravenna, da sempre uno dei nuclei centrali dell’Ottobre Giapponese, trarrà ispirazione in questa edizione dal clima olimpico e sportivo nell’ambito primario del cinema di animazione. 

Da Godzilla ai combattimenti cinematografici acrobatici

Danze acrobaticheUn altro evento legato al cinema giapponese si svolgerà al Planetario di Ravenna, il 10 ottobre. Partendo da un omaggio al sessantesimo compleanno della creatura fantastica più celebre del cinema giapponese, Godzilla, si esploreranno gli spazi siderali del ricco filone della fantascienza made in Japan, focalizzandosi sui film diretti da Ishiro Honda, padre cinematografico di Godzilla. Sempre nell’ottica di coniugare gesto sportivo e cinema, ospite d’onore della manifestazione sarà Shimaguchi Tetsuro, celebre coreografo di combattimenti cinematografici acrobatici con la spada, assurto a fama internazionale per avere curato le scene di combattimento di Kill Bill Vol. I di Quentin Tarantino.

Mostre: tanta ceramica in occasione dell'anniversario del gemellaggio di Toki 

Il 2014 rappresenta anche per Faenza un anno di celebrazioni importanti, con i festeggiamenti per il 35esimo anniversario del gemellaggio con la città giapponese di Toki. Una forte connessione con la tradizione illustre della ceramica faentina, che verrà ricordata durante la presentazione di un libro-racconto del legame del ceramista Carlo Zauli con il Giappone. In anteprima verranno poi presentati alcuni pezzi di artisti giapponesi della collezione Zauli, che parteciparono alla Mostra internazionale della ceramica contemporanea, svoltasi a Tokyo proprio nel 1964 in occasione dei giochi olimpici. Al Voltone della Molinella, il 18 ottobre, saranno inoltre esposte in una mostra le opere di alcuni artisti ceramisti di Toki, alla presenza delle autorità. 

A completare il ricco cartellone di eventi, anche una serie di incontri per ragazzi su ikebana, origami e teatrino kamishibai, a Ravenna e a Faenza. Infine, un incontro sulla tradizione poetica giapponese, lo haiku, con una particolare attenzione a come il gesto sportivo e non, vengano rappresentati in questa particolare forma poetica.


Organizzatori:

Associazione per gli Scambi Culturali fra Italia e Giappone (A.S.C.I.G.)

In compartecipazione con il Comune di Ravenna e il patrocinio e la collaborazione di:

Comune di Faenza, Consolato Generale del Giappone Milano, Istituto Giapponese di Cultura, Associazione per i Gemellaggi con il Comune di Faenza, MIC Faenza, Museo Carlo Zauli, CSEN, FIJLKAM, ARAR Associazione Ravennate Astrofili Rheyta, Planetario di Ravenna, Cinemaincentro, Dock 61, Riunione Cittadina Faenza, Studio Calycanthus Faenza, Dojo Ravenna, Casa Vignuzzi

Programma

Mostre

17 Ottobre

Ore 18.00. Anteprima dell'installazione Artisti giapponesi dalla collezione Carlo Zauli con opere di Araki Takako, Fukami Sueharu, Hayashi Yasuo e Mishima Kimiyo. Sarà presente Karasawa Masahiro, Curatore del Museo d'Arte Moderna di Tokyo - Museo Carlo Zauli, via Della Croce 6, Faenza


Dal 18 ottobre al 2 novembre

Mostra per il 35 anniversario del gemellaggio Faenza Toki. Esposizione dei ceramisti da Toki Tsukamoto Haruhiko (Oribe), Hayashi Kyosuke (Ki-seto) e Sakai Hiroshi (Shino) - Galleria comunale d’arte, Voltone della Molinella 4/6 - Faenza

Aperto dal martedì a venerdì dalle 16.00 alle 19.00. Sabato e domenica 10.00-12.00 e 16.00-19.00

(inaugurazione sabato 18 ottobre, ore 18.00)


Spettacoli

6 novembre 

Ore 21.00. Spettacolo dal vivo di spada giapponese del gruppo Kengisho Kamui - The Samurai Sword Artists, guidati dal Maestro Shimaguchi Tetsuro - Cinema Sarti, via Scaletta 10, Faenza

A seguire, conversazione con il Maestro Shimaguchi, intervistato da Marco Del Bene

* ingresso 8 euro. Biglietteria presso il Cinema Sarti, Tel. 0546.21358


Conferenze | Incontri

3 ottobre 

Ore 21.00. Sotto una pioggia di petali. Conversazione sulla poesia giapponese, acura di Rosarita Berardi, Libera Accademia degli Evasi e Noriko Yamaguchi - Studio Calycanthus, Corso Mazzini 71, Faenza

Info: 0546.660091


7 Ottobre

Ore 21.00. Il cielo dei samurai. Costellazioni e mitologia in Giappone*, a cura di Agostino Galegati - Planetario, viale Santi Baldini 4/A, Ravenna (in collaborazione con: PLANETARIO e ARAR)

Info e prenotazioni: tel. 0544.62534

*Ingresso intero 5 euro, ridotto 2 euro. Informazioni e biglietteria presso il Planetario


10 ottobre

Ore 21.00. Non solo Godzilla: alla scoperta del cinema di fantascienza giapponese - Sala conferenze del planetario, viale Santi Baldini 4/A, Ravenna (in collaborazione con: PLANETARIO e ARAR)

Info e prenotazioni: tel. 0544.62534

Ingresso libero


16- e 31 ottobre

Persi nel tempo e nello spazio* - Viaggio nel cinema Giapponese, dalle nostalgie del passato ai voli del futuro, a cura di Marco Del Bene e Alessandro Montosi. In collaborazione con: Ufficio Cinema, Comune di Ravenna - Cinema Mariani, via Ponte Marino 19, Ravenna


17 ottobre

In occasione del 35simo anniversario del Gemellaggio tra Faenza e Toki

Ore 16.00. Presentazione del libro Zauli 1974. Diario riservato di un viaggio in Giappone, da un'idea di Monica Zauli A cura di Bruno Corà, Magonza Editore, con testi di Pietro Bellasi, Bruno Corà, Yashiaki Inui, Masahiro Shibatsuji, Tomoko Tanioka, Carlo e Monica Zauli - Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza, viale Baccarini 19, Faenza


24 ottobre

Ore 18.00. La trasformazione urbanistica di Tokyo dal 1964 al …2050. Incontro con l'Architetto Leone Spita - Dock61 - Circolo Arci, via magazzini posteriori 61, Ravenna.

A seguire, aperitivo a tema giapponese


Cinema

Giovedì 16 ottobre

Rassegna cinematografica

Ore 21.00. Always, Tramonto sulla terza strada ‘64  (Always 3 chôme no yûhi '64)* di Yamazaki Takashi, 2012 / 142’. Anteprima per Ravenna, prestito dell’Istituto Giapponese di Cultura di Roma – ospite la Vice-direttrice dell’Istituto, Kawata Manako.

Evento speciale a ingresso libero, fino a esaurimento posti

--------------

23 ottobre

ore 21.00. Space Battleship Yamato (Id.)*, animazione, di Yamazaki Takashi, 2010 / 131’

--------------

30 ottobre

Ore 21.00. Wolf Children (Ookami kodomo no Ame to Yuki)*, animazione, di Hosoda Mamoru, 2012 / 117’

-------------

31 ottobre

ore 18.00. Capitan Harlock (-Space Pirate Captain Harlock-)*, animazione CG, di Aramaki Shinji, 2014 /115’

*Biglietto 5 euro a proiezione, tranne la proiezione del 16 ottobre, a ingresso libero. Biglietteria presso il Cinema Mariani di Ravenna, Tel. 0544.21520


*Ospitata al cinema Mariani di Ravenna, la rassegna si è aperta giovedì 16 ottobre con la proiezione di un film inedito per Ravenna, Always ’64, una commedia nostalgica, ambientata nella Tokyo del 1964, tra spazi e relazioni umane tradizionali, in procinto di scomparire e nuovi simboli di progresso, primo fra tutti la svettante Torre di Tokyo. La vita degli abitanti della città viene in qualche modo scandita proprio dalla costruzione delle infrastrutture per le Olimpiadi e poi dalla celebrazione dell’evento, in un culmine drammatico dai risvolti dolci-amari. La proiezione è stata preceduta da una breve introduzione della vice-direttrice dell’Istituto Giapponese di Cultura, dott.sa Kawata Manako. La rassegna è poi proseguita con altri tre appuntamenti, in cui sono stati proiettati Space Battleship Yamato, adattamento dal vivo di una serie di animazione televisiva culto, nota in Italia come Starblazers; Wolf Children, fiaba dai risvolti ecologici e metafora della importanza della accettazione di se e degli altri, per quanto di versi da noi; Capitan Harlock, tributo in CG al personaggio creato dal maestro Leji Matsumoto, ben noto anche al pubblico televisivo italiano.

Dimostrazioni e laboratori

11 ottobre

Ore 10.30-11.30. Splash! Bang! Ding! Storie giapponesi con il teatrino di carta, a cura di Monica Piancastelli - Casa Vignuzzi, via S.Mama 175 – Ravenna

Per iscrizioni e nfo: 0544.482819

Per bambini dai 4 ai 6 anni. Accesso libero fino ad esaurimento dei posti


11 e 12 ottobre

Prima Coppa Italia Judo – CSEN - Palacattani, piazzale Tambini 5, Faenza

Ospite d’onore della manifestazione, Bruno Carmeni, olimpionico italiano di judo a Tokyo 1964, di cui sarà presentato il nuovo libro pubblicato in occasione del cinquantennale delle Olimpiadi.


26 ottobre

Ore 16.00-18.00. Laboratorio per bambini dagli 8 anni. Quando la creatività diventa armonia - Laboratorio per bambini - Quando la creatività diventa armonia - Ikebana: riciclare sulla via dei fiori. Origami: giocare con la cartaa cura di Monica Piancastelli e Galileo Foschini - Riunione Cittadina, Piazza Nenni 2, Faenza

Prenotazioni:333.8369893


30 ottobre

Ore 17.00. Laboratorio di Ikebana per bambini dai 7 anni: riciclare sulla via dei fiori, a cura di Monica Piancastelli - Casa Vignuzzi, via S.Mama 175, Ravenna

E' gradita la prenotazione - Tel. 0544.482819


7 novembre 

Stage di spada giapponese con il Maestro Shimaguchi Tetsuro - Dojo Ravenna, via P. Coriandro 1 - Ravenna

*Stage a numero chiuso, necessaria la prenotazione (fino a esaurimento posti)

Per iscrizioni e info: 338.4191372

Foto

Scroll to top
Supporta "Ottobre Giapponese 2022" clicca qui

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi